Email: info@ricciericcisnc.it

Telefono: 0858208465


Pvc o legno? Pro e contro dei due materiali

Pubblicato il 27/01/2017

Espandi Comprimi

Gallery - Ricci & Ricci


Lascia un commento

Fai il login e lascia il tuo commento

Infissi ecocompatibili

L’evoluzione del settore dell’edilizia, nell’ottica di un aumento della sensibilità verso tematiche ambientali e di un accresciuto bisogno di risparmio, ha portato, a partire dagli anni Ottanta, alla larga diffusione degli infissi in pvc. Fino a pochi anni fa l’unico materiale utilizzato nella realizzazione di finestre e porte era il legno massiccio, non solo per la sua eleganza e naturalezza, ma anche per le ottime prestazioni isolanti. Tuttavia il costo elevato e la necessità di periodica manutenzione di questi prodotti hanno spinto i produttori a ricercare soluzioni più economiche e resistenti. Inizia così il successo del pvc, un polimero plastico che ha origine dal petrolio, che si è da subito imposto sul mercato grazie ad alcune caratteristiche fondamentali, offrendo al consumatore la possibilità di scegliere tra infissi in pvc e legno.


Infissi in pvc: pregi e difetti

Gli infissi in cloruro di polivinile sono realizzati con profilati cavi saldati tra loro. Le ottime caratteristiche di bassa trasmittanza, intrinseche di questo materiale, consentono alle finestre di offrire elevate prestazioni in fatto di isolamento termico e acustico. Inoltre la facilità di lavorazione di questo polimero permette ampie possibilità di personalizzazione, adattandosi ad ogni esigenza di design. La sua facilità di verniciatura, infatti, consente di realizzare svariate colorazioni, oltre ad effetti vari, come ad esempio la goffratura, in grado di riprodurre le venature del legno. La manutenzione, infine, è pressoché inesistente: grazie alla grande resistenza agli agenti atmosferici, può essere pulito semplicemente con un panno e un detergente per vetri. Per tale motivo ha un’ottima durata nel tempo.


Le caratteristiche degli infissi in legno

Gli infissi in legno continuano comunque ad essere scelti da un’ampia quota di mercato, non solo grazie alle ottime prestazioni in fatto di isolamento, sia termico che acustico. Le ultime innovazioni tecnologiche hanno permesso di ovviare alle iniziali problematiche riscontrate dall’impiego del legno nella realizzazione dei serramenti. In particolare a partire dalla preparazione del materiale con vernici ecologiche e atossiche che ne evitano deformazioni e rigonfiamenti causati dall’umidità. Inoltre l’introduzione del legno lamellare offre maggiore stabilità e indeformabilità. Gli infissi in legno lamellare sono costituiti da lamelle di legno di una ventina di millimetri, deumidificate ed essiccate e poi incollate tra loro ad alta frequenza. In tal modo il travetto formato ha tensioni nulle ed è più omogeneo, migliorando la resistenza meccanica del serramento.

Date le ottime caratteristiche di entrambi i prodotti, la scelta tra infissi in pvc e legno si prospetta, dunque, come derivante dalle condizioni di installazione e dagli obiettivi del committente.