Email: info@ricciericcisnc.it

Telefono: 0858208465


Detrazione fiscale sui serramenti: come funziona?

Pubblicato il 16/03/2017

Espandi Comprimi

Gallery - Ricci & Ricci


Lascia un commento

Fai il login e lascia il tuo commento

Ecobonus 2017

Anche per il triennio 2017-2019 è stata riconfermata la possibilità di accedere alla detrazione fiscale del 65% per interventi che siano volti alla riqualificazione energetica degli edifici. Ma ci sono alcune novità. In particolare per quanto riguarda i condomini. Per interventi inerenti l’intero involucro dell’edificio, infatti, le spese sostenute potranno essere detratte da Ires e Irpef fino al 75%. In particolare l’ecobonus sarà del 70% se gli interventi riguarderanno il 25% della superficie complessiva dell’immobile e salirà al 75% se saranno volti al risparmio delle spese per riscaldamento e raffrescamento. La richiesta può essere fatta esclusivamente per lavori eseguiti su immobili già esistenti e non in costruzione e riguarda principalmente l’installazione di nuovi infissi. Vediamo nel dettaglio come funziona la detrazione fiscale per i serramenti.


Agevolazioni fiscali per infissi

La crescente centralità del dispendio energetico e la necessità di risparmiare, soprattutto per quanto riguarda le spese sostenute per riscaldare la casa durante l’inverno, hanno portato lo Stato a incentivare gli interventi di questo tipo sugli immobili. In tal modo nasce il meccanismo delle detrazioni fiscali, che si attiva per tutte le spese volte a migliorare l’efficienza energetica di un edificio. Coibentazioni, pavimenti, finestre e infissi in particolare, fino alla sostituzione di vecchi impianti di climatizzazione e all’installazione di pannelli solari e sistemi di domotica. Ogni intervento ha un massimale di detrazione; per quanto riguarda le spese sostenute per l’installazione di nuovi infissi a risparmio energetico è di 100.000 euro.


Modalità di richiesta delle detrazioni

Per richiedere le agevolazioni è importante conoscere la documentazione e le tempistiche previste dall’Agenzia delle Entrate. Per quanto riguarda le operazioni di sostituzione dei serramenti è necessario che il contribuente sia in possesso di due documenti: l’asseverazione di un tecnico abilitato, o la dichiarazione del direttore dei lavori, e la certificazione energetica dell’immobile fornita dalla Regione o dall’Ente locale preposto o l’attestato di qualificazione energetica rilasciato da un professionista abilitato. Per poter accedere alla detrazione fiscale per i serramenti installati è necessario inviare all’Enea, in modalità telematica ed entro 90 giorni dal termine dei lavori, l’attestato energetico e la scheda informativa degli interventi effettuati.